Si rinnova, nella cornice del Filming Italy Sardegna Festival, il premio dedicato ai migliori corti cinematografici istituito a partire dalla seconda edizione della manifestazione, ideata, prodotta e diretta da Tiziana Rocca. I temi fissati quest’anno per l’iniziativa sono l’ambiente (premio speciale in collaborazione con Enel), la pace, la scuola e la Costituzione e la violenza di genere, e gli allievi delle scuole e delle accademie di cinema coinvolte nel festival (il premio è però aperto a tutti) li affronteranno focalizzandosi sull’ecologia e sull’emergenza climatica e sulle condizioni ambientali delle nostre città, sugli inquietanti scenari di guerra e sui ripetuti richiami alla pace mondiale, sulla violenza contro le donne, sull’inclusione scolastica e sulle parole della nostra Costituzione. Con riferimento alla lingua, altro tema di riflessione  portante nella scorsa edizione del festival, nella conferenza stampa romana del festival, lanceremo, in collaborazione con l’associazione La parola che non muore, il festival dell’italiano Parole in cammino e la casa editrice Zanichelli, fra gli sponsor della nostra manifestazione, l’iniziativa Boomer contro Zoomer”. Giovani e adulti si sfideranno all’ultima parola: i giovani dovranno dimostrare di conoscere parole dell’uso colto di cui spesso ignorano il significato; gli adulti dovranno dimostrare di conoscere parole dell’uso giovanile, o legate in qualche modo alle nuove generazioni in quanto familiarizzate con le nuove tecnologie, che in molti casi ignorano del tutto. Dieci di queste parole, riprodotte in coppia (una parola da zoomer, una parola da boomer), saranno stampate sulle magliette, realizzate allo scopo, che saranno indossate durante il festival per il lancio dell’iniziativa. Ecco 12 coppie di parole fra cui sceglieremo quelle da stampare sulle t-shirt: accollo /assillo,

cringe / scabrosocrush / infatuazione, drip / stiloso, flexare / ostentare, slay / sghicio, snitchare / spifferare, sottone / zerbino, stan / adepto, swag / à la page, triggerare / attizzare, woke / paladino.

La giuria del premio si compone di otto membri, più un presidente. I membri componenti sono Claudio Bisio, Claudia Gerini, Paola Minaccioni, Massimo Arcangeli, Stefano Arduini, Salvatore Esposito, Margherita Mazzucco, Andrea Minuz, Tiziana Rocca, Christian Uva. A presiedere la giuria sarà l’attrice internazionale Paz Vega. La durata dei cortometraggi in concorso, che dovranno essere inviati entro il 17 giugno all’indirizzo cortifilmingitaly@gmail.com (o, in alternativa, a letiziapini@gmail.com),  dovrà essere compresa fra un minimo di tre minuti e un massimo di dieci.  I due vincitori assoluti (uno per ciascun tema), il cui nome verrà annunciato alla conferenza stampa di apertura della sesta edizione del Filming Italy Sardegna Festival, che avrà luogo a Cagliari il 20 giugno 2023, saranno premiati in diretta streaming nei giorni del Festival e intervistati da una testata giornalistica fra quelle che collaborano con la manifestazione. I loro corti, che saranno poi messi in onda su Rai Cinema Channel e sulla piattaforma MyMovies (per il tema ambientale il riconoscimento sarà attribuito da Enel) saranno parte integrante del programma ufficiale del Festival (saranno presentati e proiettati in un’apposita sezione loro riservata) e verranno quindi proiettati nella decima edizione (2025) del “Filming Italy di Los Angeles”. 

Regolamento

 Art. 1

Il premio è aperto a tutti. Gli studenti delle scuole disposte a sposare l’iniziativa (la partecipazione può essere a titolo individuale o strutturata in gruppi di lavoro, di 5 persone al massimo) dovranno essere coordinati da un docente. I docenti che partecipano con un’intera classe dovranno fare in modo che ciascuno dei gruppi che si saranno formati sviluppi una propria proposta, diversa da quella degli altri gruppi. Il coordinamento a opera di un docente referente non sarà necessario per gli studenti universitari o per quelli iscritti ad accademie.

Art. 2

I partecipanti al premio dovranno interpretare il tema scelto in modo originale e creativo.

Art. 3

A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Sarà cura dei partecipanti preparare tutto il materiale necessario per la presentazione del corto, concordandone tempi e modalità con l’organizzazione.

Art. 4

L’iscrizione al premio implica l’autorizzazione, da parte dei partecipanti, alle riprese fotografiche e audiovisive che saranno effettuate durante l’evento di premiazione, nonché la libera utilizzazione dei loro prodotti, per fini promozionali, giornalistici, documentari o altro, da parte dell’organizzazione. L’iscrizione al premio implica altresì la cessione a titolo gratuito dei diritti di immagine in favore dell’organizzazione stessa o dei suoi incaricati, e la rinuncia a ogni eventuale azione tesa a ottenere il pagamento di corrispettivi, indennità, rimborsi o altro connessi a quei diritti.

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.