Le Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS) definitive per l’anno scolastico 2024/25 sono in arrivo, ma non senza ritardi che stanno creando non poche preoccupazioni tra migliaia di docenti. Dopo la scadenza del 24 giugno per l’invio delle domande di aggiornamento, gli aspiranti insegnanti attendono con ansia di conoscere la propria posizione in graduatoria. Tuttavia, ritardi nell’emanazione dell’ordinanza ministeriale hanno portato a una proroga dei termini, causando uno slittamento delle date di pubblicazione.

 

Tempistiche di Pubblicazione

Gli Uffici Scolastici Regionali sono impegnati nelle verifiche delle domande, un processo che dovrebbe concludersi tra la fine di luglio e i primi di agosto. Di conseguenza, le nuove GPS, valide per il biennio 2024/2026, potrebbero essere rese note non prima della fine di luglio o dell’inizio di agosto. Questa tempistica crea una serie di problemi per gli aspiranti docenti, poiché non sono previste graduatorie provvisorie: gli elenchi saranno direttamente quelli definitivi. Nonostante ciò, sarà comunque possibile presentare segnalazioni di errori materiali e porre ricorso.

Impatti sulle Procedure di Assegnazione

I ritardi nella pubblicazione delle GPS potrebbero influire anche sull’avvio della procedura per la compilazione delle 150 (scuole) preferenze, necessaria per l’assegnazione delle supplenze. L’anno scorso, questa finestra era aperta tra il 17 e il 31 luglio, ma con l’uscita posticipata delle GPS, è probabile che anche questa scadenza venga slittata di qualche giorno. Questo potrebbe ulteriormente complicare la pianificazione per i docenti che contano sulla tempestiva assegnazione delle supplenze per organizzare il loro anno scolastico.

Frustrazione e Incertezza tra i Docenti

La situazione sta generando una notevole frustrazione tra gli aspiranti docenti, che si trovano in balia dei ritardi burocratici del Ministero dell’Istruzione. L’attesa estenuante e l’incertezza sulla propria posizione in graduatoria rendono questo periodo particolarmente stressante per chi spera in una stabilità lavorativa.

In attesa quindi della pubblicazione delle nuove GPS definitive, i docenti restano in uno stato di incertezza, sperando che il Ministero riesca a rispettare i nuovi tempi previsti. La speranza è che, nonostante i ritardi, il processo di assegnazione delle supplenze possa avvenire senza ulteriori complicazioni, permettendo agli insegnanti di prepararsi adeguatamente per l’anno scolastico 2024/25.

Continueremo a seguire come sempre da vicino gli sviluppi di questa vicenda, fornendo aggiornamenti tempestivi ai nostri lettori.

Autore