Anief, nella persona del suo presidente nazionale Marcello Pacifico, torna a occuparsi di pensioni anticipate: “è giusto andare in quiescenza prima, senza penalizzazioni, a 61 anni. Anief si batte per far riconoscere il burnout a scuola. È un nostro diritto insieme al riscatto gratuito degli anni di formazione. Ll’Inail conserva un tesoretto di 3 miliardi ma nessuno vuole riconoscere il burnout agli insegnanti per evitare il pensionamento anticipato a 61 anni così come accade per le forze di polizia e i militari. Anief chiede l’intervento del ministro dell’Istruzione e del merito, Giuseppe Valditara”, ha concluso il sindacalista autonomo.

PER APPROFONDIMENTI:

SCUOLA – Rinnovo contratto, il presidente Pacifico spiega perché Anief ha firmato: in due anni di trattative raggiunti diversi risultati per distribuire le risorse, avremmo perso tutto. La lista delle novità apportate

 

SCUOLA – Personale Ata, il rinnovo del contratto porta nuove professioni e titoli di accesso

 

SCUOLA – Rinnovo del contratto, il congedo per le donne vittime di violenza sale a 120 giorni. Anief: ci abbiamo creduto sin dal nostro arrivo all’Aran, nell’Istruzione la percentuale di quote rosa è altissima

 

SCUOLA – Con il nuovo contratto alcuni obiettivi raggiunti, ma molti ancora da centrare: dal doppio canale di reclutamento alla mobilità, dall’incremento di organici alla conferma dei ruoli

 

SCUOLA, UNIVERSITÀ E RICERCA – Con il nuovo contratto aumentano i compensi per le attività extra: firma definitiva all’Aran del Ccnl sempre più imminente

 

SCUOLA – Firma definitiva del CCNL 2019/21. Per le conquiste ottenute Anief dice sì

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.