Il Ministero dell’Istruzione ha annunciato la riapertura straordinaria delle domande per l’inserimento nelle graduatorie di prima fascia del personale ATA. Questa decisione, valida dal 12 al 17 luglio, risponde alla recente approvazione dell’emendamento al decreto Coesione, che riconosce il servizio prestato tra il 16 aprile e i primi di maggio per circa 6.000 collaboratori scolastici coinvolti nei progetti PNRR e Agenda Sud, che erano rimasti senza contratto per circa due settimane.

 

La Rivendicazione Sindacale

La UIL Scuola Rua ha accolto con favore questa procedura, auspicando che essa possa includere anche i lavoratori attualmente inseriti in terza fascia. “È una nostra rivendicazione,” ha dichiarato il sindacato, esprimendo la speranza che il punteggio acquisito in questo periodo consenta a molti di raggiungere i 24 mesi necessari per l’inserimento in prima fascia.

Dettagli della Disposizione

L’emendamento, introdotto durante l’esame del decreto Coesione, e ora legge 4 luglio 2024, n. 95, prevede che, ai fini della partecipazione ai bandi per le graduatorie provinciali dei profili professionali delle ex aree A e B del personale ATA per l’anno scolastico 2024/2025, si tenga conto del periodo di vacanza contrattuale tra il 16 aprile 2024 e l’effettiva stipulazione dei nuovi contratti. Questo periodo, infatti, è cruciale per molti collaboratori scolastici che, a causa di questa interruzione, non hanno potuto presentare la domanda di inserimento nelle graduatorie di prima fascia.

La Voce dei Lavoratori

Il Comitato Evoluzione ATA, che rappresenta i collaboratori scolastici interessati, aveva fortemente richiesto la riapertura delle domande delle graduatorie ATA 24 mesi per permettere l’aggiornamento del servizio. Questa riapertura, infatti, permetterà a migliaia di lavoratori, che altrimenti sarebbero stati esclusi per pochi giorni, di raggiungere i 24 mesi di servizio necessari.

La Circolare Ministeriale

La circolare ufficiale del Ministero è attesa a breve e fornirà le specifiche per la presentazione delle domande, che potranno essere inviate tramite raccomandata, PEC o in formato cartaceo. Le domande saranno valutate entro il 24 luglio.

Prossime Fasi

Per il personale che ha già maturato i 24 mesi ma che può incrementare il punteggio sommando il periodo di vacanza contrattuale, sarà prevista una procedura informatica dal 24 luglio. Questo permetterà di garantire che tutti i punteggi siano aggiornati in modo corretto e tempestivo, assicurando equità e riconoscimento dei diritti lavorativi acquisiti.

Questa riapertura rappresenta un passo significativo per garantire giustizia e riconoscimento al personale ATA. La collaborazione tra sindacati e istituzioni ha permesso di ottenere un risultato importante che, si spera, possa servire da esempio per future questioni relative ai diritti dei lavoratori nel settore scolastico.

Autore