concorso ds

Il Ministero dell’Istruzione ha annunciato l’apertura del Concorso Ordinario per Dirigenti Scolastici. Il Decreto Direttoriale Generale (DDG) n. 2788 del 18 dicembre 2023 ha stabilito i requisiti e le modalità di partecipazione al concorso.

 

Requisiti

I candidati devono essere docenti o educatori in servizio a tempo indeterminato e già confermati in ruolo presso le scuole statali. Devono aver maturato un servizio di almeno cinque anni, escludendo l’anno in corso ed eventuali periodi di nomina di sola retrodatazione giuridica. I servizi a tempo determinato di almeno 180 giorni o prestati ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale sono considerati validi.Inoltre, i candidati devono essere in possesso di uno tra i seguenti titoli di studio: laurea magistrale, laurea specialistica, diploma di laurea conseguito secondo gli ordinamenti didattici previgenti al decreto del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509, diploma accademico di secondo livello rilasciato dalle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, o diploma accademico di vecchio ordinamento congiunto con diploma di istituto secondario superiore. I titoli conseguiti all’estero sono considerati validi solo se dichiarati equipollenti o equivalenti a titoli universitari italiani secondo la normativa vigente.

Posti Disponibili

Il concorso si svolge a livello regionale, con un totale di 587 posti disponibili distribuiti in diverse regioni, tra cui Lombardia (156 posti), Lazio (50 posti), Veneto (72 posti), Piemonte (65 posti), e Campania (34 posti).

Posti per Ragione

  • Abruzzo 12 posti
  • Calabria 11 posti
  • Emilia-Romagna 28 posti
  • Friuli Venezia Giulia 11 posti
  • Lazio 50 posti
  • Liguria 6 posti
  • Marche 14 posti
  • Puglia 32 posti
  • Sardegna 11 posti
  • Sicilia 26 posti
  • Toscana 54 posti
  • Umbria 5 posti

 

Presentazione della Domanda

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online, in una sola regione, entro le 23.59 del 17 gennaio 2024. I candidati devono autenticarsi con SPID/CIE/CNS/eIDAS e compilare il format di candidatura sul portale “inPA”. È obbligatorio essere in possesso di un proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) o domicilio digitale. Per la partecipazione al concorso è dovuto il pagamento di un contributo di 15 euro.

Prove

Il concorso prevede una prova preselettiva, una prova scritta e una prova orale. La prova preselettiva si svolge solo se il numero dei candidati sarà superiore a quattro volte il numero dei posti disponibili. La prova scritta consiste in 5 quesiti a risposta aperta, più 2 quesiti di lingua inglese. La prova orale comprende un colloquio sugli ambiti disciplinari della prova scritta, una verifica della conoscenza e della capacità di utilizzo degli strumenti informatici e delle TIC di più comune impiego presso le istituzioni scolastiche, e una verifica della conoscenza della lingua inglese al livello B2 del CEFR.

Graduatoria

I candidati vincitori sono quelli utilmente collocati in graduatoria che rientrano nel numero dei posti messi a concorso nella regione nella quale hanno partecipato. Le graduatorie, approvate con decreto del Dirigente preposto all’USR, sono pubblicate sul sito istituzionale dell’Amministrazione e sul Portale INPA.

Rappresentatività di Genere

Il concorso garantisce l’equilibrio di genere applicando nelle regioni in cui il differenziale tra i generi è superiore al 30 per cento, il titolo di preferenza in favore del genere maschile in quanto meno rappresentato.Per ulteriori dettagli e per presentare la domanda, i candidati possono visitare il portale “inPA”1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *